Il Curriculum Vitae da compilare in Word

Scarica subito il modello curriculum vitae da compilare in Word e segui i nostri consigli per creare il tuo nuovo CV in modo rapido ed efficace!

Curriculum vitae da compilare in Word
0
Ti piace questo articolo? Premiaci con 5 stelle!
[Voti totali: 6 Media voto: 5 stelle]

Cerchi un curriculum vitae da compilare in Word per creare finalmente il tuo CV?

Questo articolo è dedicato a te!

Curriculum vitae da compilare (in Word)

Visto che in molti ce lo hanno chiesto, abbiamo creato un modello curriculum Word da compilare, pronto per essere scaricato.

Precisiamo subito che il file è di libero utilizzo e, soprattutto, è gratuito 🙂

Fatte le dovute precisazioni, passiamo al file vero e proprio:

Clicca qui e scarica il Curriculum Vitae da compilare in Word icona-word

Curriculum vitae da compilare in word

Il modello curriculum è strutturato sulla base del modello curriculum vitae europeo.

Ne segue sia la traccia sia la terminologia.

Ovviamente ciascuno è libero di modificarlo a piacimento, fino ad ottenere la migliore combinazione tra:

  • Formato imposto
  • Efficacia dei contenuti

Perché lo definiamo “formato imposto”?

Beh, semplicemente perché è un file con tabelle e campi preimpostati.

Questo era l’unico modo per riuscire a “guidare” l’utente nei vari passaggi.

Il file è pronto per essere scaricato e compilato in ogni sua parte.

Certamente è un gran vantaggio per gli utenti con meno esperienza nell’utilizzo di applicativi di videoscrittura

Mentre, al contempo, può essere limitativo per gli utenti maggiormente skillati.

Ma siamo certi che questi ultimi non avranno alcun tipo di problema al riguardo.

Insomma, chiunque fosse alla ricerca di un curriculum vitae da compilare gratis è arrivato nel posto giusto!

Come compilare il curriculum vitae

Il template utilizzato riporta i seguenti campi (tutti editabili):

Informazioni personali

  • Nome e Cognome
  • Indirizzo
  • Telefono
  • Fax
  • E-mail
  • Cittadinanza
  • Data di nascita
  • Sesso

Occupazione desiderata

  • Ad esempio “Risorse Umane”

Esperienza professionale

  • Date (indica le esperienze professionali iniziando dalla più recente)
  • Lavoro o posizione ricoperti
  • Principali attività e responsabilità
  • Nome e indirizzo del datore di lavoro
  • Tipo di attività o settore

Istruzione e formazione

  • Date (anche qui, indica il percorso formativo iniziando dal più recente)
  • Titolo della qualifica rilasciata
  • Principali tematiche/competenze professionali possedute
  • Nome e tipo d’organizzazione erogatrice dell’istruzione e formazione

Competenze personali

  • Madrelingua(e)
  • Altra(e) lingua(e)
  • Autovalutazione
  • Livello europeo (*)
  • Lingua
  • Lingua

Altri campi editabili (Capacità e Competenze)

  • Sociali
  • Organizzative
  • Tecniche
  • Informatiche
  • Artistiche
  • Altre capacità e competenze
  • Patente
  • Ulteriori informazioni
  • Allegati

In calce al documento abbiamo inserito:

  • Autorizzazione al trattamento dei dati personali
  • Campo riservato alla firma del CV

Se hai dubbi su quali informazioni inserire nel CV, ti consigliamo di leggere:

Quali informazioni personali inserire nel curriculum vitae

Il quadro comune europeo di riferimento per le lingue

Ne abbiamo già parlato in un altro articolo ma vale la pena soffermarsi un istante su questa sezione.

Il campo è sintetizzato con una tabella da compilare secondo, appunto, lo schema europeo.

Quadro comune europeo di riferimento per le lingue

Ricordiamo in sintesi che i valori di comprensione della lingua, in ordine crescente, sono:

  • A1 – A2
  • B1 – B2
  • C1 – C2

In ordine crescente sta a significare che A1 rappresenta una conoscenza base e C2 una conoscenza avanzata e professionale.

Per maggiori informazioni sullo schema di autovalutazione per le lingue straniere:

vedi “Livelli europei – Scheda per l’autovalutazione” disponibile a questo link

Come aggiungere una lingua straniere nel curriculum in Word

Facciamo riferimento al Quadro comune europeo di riferimento per le lingue disponibile nella sezione “Competenze personali”.

Qui abbiamo una tabella che propone, nello schema del curriculum europass, lo spazio utilie per inserire due lingue straniere.

Nel caso in cui si voglia aggiungere una terza lingua, è necessario inserire una nuova riga, in questo modo:

  • Tasto dx del mouse su un punto qualsiasi della tabella
  • Nel menu a tendina che si apre, scegliere l’opzione “Inserisci”
  • Ora, nel successivo sottomenù, cliccare su “Inserisci righe sotto”

Esempio:

Quadro comune europeo di riferimento per le lingue - aggiunta lingua

Al contrario, qualora si volesse eliminare il rigo della seconda lingua, è sufficiente:

  • Cliccare con il tasto dx del mouse sul rigo da eliminare
  • Nel menu che si apre, cliccare (col tasto sx) sulla voce “Elimina celle”
  • Spuntare l’opzione “Elimina riga intera” e cliccare su OK

Come gestire il piè di pagina del curriculum in Word

Il modello curriculum in Word consente di gestire sia l’intestazione sia il “Piè di pagina”.

Di maggiore rilevanza è il Piè di pagina, in quanto contiene il numeratore di pagine automatico e nome e cognome del candidato.

Il numeratore di pagine si aggiorna in funzione del numero di pagine create, indicando numero pagina e numero totali pagine.

Mentre il nome e cognome del candidato sono campi fissi.

Come inserire il proprio nome nel Piè di pagina

E’ sufficiente portarsi in fondo alla prima pagina del documento, fino alla sezione “Pagina 1/2 – Curriculum vitae di…”

Cliccare con il tasto dx del mouse proprio sulla dicitura indicata e comparirà la voce “Modifica piè di pagina“.

Ora è possibile modificare il campo “Nome” e “Cognome“.

Per terminare la modifica, fare doppio clic con il mouse in un punto esterno al piè di pagina.

Nel caso in cui il curriculum vitae in Word sia composto da più pagine, queste informazioni verranno automaticamente riportate in ciascuna pagina.

I campi Istruzione e Formazione nel curriculum vitae

I campi Istruzione e Formazione sono sicuramente centrali nella compilazione di un curriculum vitae efficace.

Difatti i Recruiter (il personale addetto alla selezione dei candidati) delle grandi aziende ricevono ogni giorno una marea di curricula molto simili tra loro, soprattutto in formato Europass, cestinandoli quasi tutti.

A questo proposito, prima di andare oltre e se non lo hai già fatto, ti consiglio di leggere perché il curriculum europass non piace alle aziende.

Fatte le dovute premesse passiamo subito a vedere come valorizzare al meglio i campi Istruzione e Formazione.

Supponiamo che la tua prima impressione sia stata buona, e che la tua foto curriculum abbia trasmesso serenità e affidabilità.

Adesso però il tuo selezionatore ha bisogno di capire concretamente cosa hai fatto nella vita prima di arrivare da lui.

Ecco dunque che diventa cruciale la compilazione dei campi Istruzione e Formazione.

Vediamo come fare:

  • Sistema accuratamente le tue informazioni partendo dal presente e andando a ritroso.
  • Molti CEO e Recruiter sono interessati soltanto agli ultimi due anni delle tue esperienze lavorative, questo perché il mondo del lavoro è in continuo cambiamento e, soprattutto se aspiri ad un lavoro nel digitale, sapere cosa hai fatto più di due anni fa è pressappoco superfluo.
  • Ricorda, prima la tua formazione universitaria e poi quella scolastica; se hai una laurea, spesso importa poco quale scuola tu abbia frequentato, meglio arrivare dritti al punto.
  • Se hai partecipato a corsi di formazione o master, mettili in evidenza.
  • È essenziale anche l’inserimento delle lingue conosciute, fondamentale e sempre più importante la conoscenza fluente della lingua inglese; occhio però, questo è un campo molto spigoloso e se la tua conoscenza di questa o altre lingue non corrisponde a quella che attesti nel curriculum, potresti giocarti molto male le tue carte e chiudere in anticipo il tuo colloquio di lavoro.
  • Infine inserisci le tue skills attitudinali e caratteriali, molte aziende ad esempio, valutano con positività anche l’esperienza in sport di gruppo, questo perché è indice di capacità di collaborazione e rispetto dei ruoli.

Consigli Finali:

Motiva i periodi di inattività

►  dare una motivazione valida ai periodi di inattività è certamente una buona idea, in quanto i recruiter possono essere tentati dal pensare sostanzialmente due cose:

  • Non sei così bravo come dici di essere
  • Sei una persona un po’ pigra

Ricorda sempre il target a cui ti riferisci

aziende differenti tra loro vogliono leggere curricula differenti, non puoi pensare di mandare lo stesso identico curriculum a tutti, perciò se vuoi aumentare le tue probabilità di assunzione, aggiorna di volta in volta il tuo CV in base ai seguenti requisiti:

  • La persona che lo riceverà
  • L’azienda che lo riceverà
  • Il lavoro per il quale ti stai candidando

Vai dritto al punto

► purtroppo chi ogni giorno fa il Recruiter per lavoro, e molto spesso si tratta di CEO, di tempo a disposizione ne ha molto poco:

  • Ottimizzalo e vai dritto al punto senza troppi giri di parole

In conclusione il consiglio generale per chi si appresta ad inviare il curriculum vitae ad una o più aziende è di puntare su un modello chiaro, esaustivo, sincero e dettagliato.

Sei un neolaureato?

Nessuna paura, abbiamo dei consigli utili anche per chi non ha esperienze lavorative da inserire nel curriculum.

Leggi anche

 

Lascia un commento