I migliori siti per trovare lavoro nel 2019

Ecco i migliori 5 siti per trovare lavoro on line con caratteristiche, pregi e difetti. I siti per trovare lavoro non sono tutti uguali. Scegli quello giusto per te!

I migliori siti per trovare lavoro
0
Ti piace questo articolo? Premiaci con 5 stelle!
[Voti totali: 2 Media voto: 5 stelle]

Abbiamo creato per te una lista dei migliori siti per trovare lavoro on line.

Se stai cercando lavoro, molto probabilmente questo articolo ti interesserà.

Il primo aspetto da considerare e che i siti di offerte di lavoro non sono tutti uguali.

Ed è per questo che è importante imparare a conoscerne caratteristiche, pregi e difetti e, solo dopo, valutare a quale affidare i tuoi dati e le tue informazioni personali.

In questo articolo ti daremo qualche suggerimento utile e qualche “trucco” per scovare:

I migliori siti per trovare lavoro on line

Torniamo dunque sulla questione come trovare lavoro on line trattando un argomento attualissimo ed in continuo divenire:

La giungla dei siti per cercare e (si spera) trovare lavoro

Beh, ormai definirla giungla potrebbe paradossalmente essere addirittura riduttivo, visto il continuo proliferare di siti per cercare lavoro più o meno validi e dove trovare le più disparate offerte.

I siti per trovare lavoro sono tutti uguali?

Esiste un modo per capire a chi affidare con fiducia il proprio curriculum vitae e le proprie informazioni personali?

Quali sono gli elementi da valutare per stabilire la bontà e l’affidabilità di un sito di annunci di lavoro?

Siti per trovare lavoro: alcuni “trucchi” per scovare migliori!

Partiamo subito dal presupposto che un’azienda che ha necessità di inserire dei profili nel proprio organico, lo fa nel proprio squisito interesse e con il naturale obiettivo di crescere nel mercato.

Se, dunque, il profilo ricercato è funzionale agli obiettivi aziendali, potete stare pur certi che l’azienda investirà del denaro per portare a termine la ricerca.

Poco o tanto denaro, non conta.

Un’azienda è mentalizzata ad acquistare beni e servizi.

Il primo consiglio, dunque, è quello di affidarsi a siti di offerte di lavoro a pagamento.

Attenzione, intendiamo a pagamento per le aziende, non per i candidati!

Non è un dogma nè vogliamo dire con assoluta fermezza di diffidare dai siti di annunci di lavoro gratuiti ma, certamente, li riteniamo, se possibile, una giungla ancor più fitta di quella considerata finora.

Se volessimo sintetizzare il concetto, è più comune trovare annunci di lavoro di aziende serie e valide su siti a pagamento.

Non aggiungiamo altro.

Come possiamo vedere se un sito per trovare lavoro sia a pagamento?

In questo caso basta dare un’occhiata all’home page del sito e cercare una sezione dedicata alle aziende.

Da lì, molto facilmente, si verrà guidati alle varie funzionalità del sito, con relative caratteristiche ed, eventualmente, prezzi.

Oltre questo, cos’altro è necessario tenere in considerazione per valutare la bontà di un sito di offerte di lavoro?

Sicuramente occorre prestare attenzione al calibro delle aziende che adoperano quel determinato sito web di annunci di lavoro.

Le aziende, in special modo quelle più blasonate, hanno policy molto restrittive sul trattamento dei marchi e non consentono l’uso del proprio logo senza autorizzazione.

Se, dunque, vediamo loghi di brand famosi, possiamo stare pur certi che il sito in questione è affidabile e di sostanza.

Un altro elemento determinante è la vicinanza cronologica e temporale degli annunci rispetto alla data odierna.

Maggiore è il numero di offerte “recenti”, maggiore è evidentemente l’affidabilità del sito.

Attenzione, stiamo parlando di siti per trovare lavoro e non di meri aggregatori, ossia quei portali che semplicemente indicizzano e ripropongono le offerte di lavoro pubblicate sui siti specializzati.

Se possibile, dunque, facciamo caso alla data di pubblicazione degli annunci.

Inutile prestare attenzione ad offerte di lavoro pubblicate magari mesi prima e semplicemente riposizionate in prima fila.

Rischiamo di riversare la nostre speranze su una posizione vacante che, molto verosimilmente, è stata già chiusa.

Ci vuole un po’ di fiuto per scovare i migliori siti per trovare lavoro ma con un pizzico di attenzione siamo certi che troverai quello più adatto alle tue necessità

Ecco una sintesi dei 5 migliori siti per trovare lavoro, con un “bonus” finale

L’ordinamento è puramente indicativo e non rappresenta una classifica.

1. Monster

www.monster.it

Monster è il colosso mondiale della ricerca di personale qualificato on line, fondato nel 1994 negli Stati Uniti e che conta ad oggi oltre 4.000 dipendenti e quasi 800 milioni di volume d’affari l’anno.

Pro
– Numerica delle offerte di lavoro pubblicate (anche per l’estero)
– Affidabilità della piattaforma (hands down una delle migliori in assoluto per il job recruiting)

Contro
– Standardizzazione delle procedure e totale assenza di contatto umano (per i candidati)
– Ti ritrovi ad essere una goccia nell’oceano

——————

2. Indeed

it.indeed.com

Indeed è un altro famoso brand americano ed è un portale internet di ricerca offerte di lavoro fondato nel 2004, precursore degli aggregatori di annunci ed oggi proprietà del colosso giapponese Recruit Holdings Co., Ltd.

Pro
– Numerica delle offerte di lavoro pubblicate (anche per l’estero)
– Vastità delle opportunità in qualsiasi settore (è un aggregatore di offerte pubblicate anche da altri siti di lavoro)

Contro
– Standardizzazione delle procedure e totale assenza di contatto umano (per i candidati)
– Ti ritrovi ad essere una goccia nell’oceano

——————

3. InfoJob

www.infojobs.it

Questa volta è il turno di una piattaforma spagnola dedicata al recruiting on line, nota a molti e fondata nel 1998 da Nacho Gonzalez-Barros un ex responsabile delle risorse umane con l’indole imprenditoriale.

Pro
– Già nel 2017 contava oltre 7 milioni di candidati iscritti
– Oltre 90.000 aziende registrate

Contro
– Standardizzazione delle procedure e totale assenza di contatto umano (per i candidati)
– Ti ritrovi ad essere una goccia nell’oceano

——————

4. trovolavoro

lavoro.corriere.it

Storica appendice cartacea e supplemento del quotidiano Corriere della Sera, testata giornalistica fondata a Milano nel 1876, oggi trasformata in sito per trovare lavoro on line.

Pro
– E’ accreditata tra le Agenzie per il Lavoro
– Consolidato background nel settore del recruiting

Contro
– Offerte di lavoro numericamente inferiori
– Registrazione obbligatoria per i candidati

——————

5. Cerco Lavoro

www.cercolavoro.com

Altro storico sito per trovare lavoro nato nei primi anni 2000 ed oggi universalmente riconosciuto tra i migliori siti per trovare lavoro in Italia.

Pro
– Oltre 1.500.000 di profili professionali registrati, 50.000 aziende e più di 55.000 offerte di lavoro.
– Disponibilità di consulenti personali (per le aziende) e per i privati (candidati)

Contro
– Offerte di lavoro numericamente inferiori
– Registrazione obbligatoria per i candidati

——————

6. ADZUNA

www.adzuna.it

Adzuna è un motore di ricerca di annunci di lavoro che permette di consultare tutti gli annunci in tutta Italia. Presente in 16 paesi differenti, e’ stata fondata a Londra nel 2011.

Pro
– Gli annunci sono unici e di qualità, riduzione al minimo dei duplicati
– La tecnologia d’avanguardia offre a chiunque stia cercando lavoro le migliori offerte, che corrispondono esattamente ai criteri di ricerca indicati.

Contro
– Offerte di lavoro numericamente inferiori
– Servizio profilato per utente (non in larga scala)

——————

7. Il Curriculum Vincente (bonus)

Il Curriculum Vincente è un’altra piattaforma di job recruiting italiana, orientata al candidato ed alla piccola e media impresa, come recita il claim: “Da noi, non sei solo un numero!”. Molti servizi su misura, tra cui spicca l’analisi curriculum vitae (gratuita) per i candidati.

Pro
– Assistenza ai candidati ed alle aziende con Consulenti personali
– Registrazione non obbligatoria per rispondere alle offerte di lavoro

Contro
– Offerte di lavoro numericamente inferiori
– Servizio profilato per utente (non in larga scala)

——————

Siti per trovare lavoro ed “aggregatori”

Gli aggregatori, così come indica il termine, prendono le offerte di lavoro pubblicate su una miriade di siti per trovare lavoro e le ripropongono nelle proprie liste di offerte, con il proprio marchio o logo ovviamente (nel dettaglio dell’annuncio dev’essere però riportata la fonte, ossia il sito di lavoro da cui quell’offerta è stata copiata).

Questo per dire che “leggono” e “riportano” gli annunci e le offerte di lavoro pubblicate da altri siti.

La candidatura spontanea (autocandidatura)

Alcune regole base da osservare, quantomeno per evitare perdite di tempo e false aspettative.

Devi evitare di candidarti se non possiedi i requisiti richiesti da un’azienda?

Senza ombra di dubbio, SI.

Soprattutto se i requisiti riguardano fattori tecnici, che necessitano di adeguato background esperienziale o formativo, è inutile inviare il tuo curriculum vitae.

Non verrai in alcun modo preso in considerazione.

In altri casi è invece possibile tentare di inviare la propria candidatura seppur “non pertinente” ma solo ed esclusivamente se sei realmente in grado di catturare l’attenzione del selezionatore, a cominciare da una buona lettera di presentazione!

Occorre inoltre che la lettera di presentazione sia coordinata con un curriculum vitae vincente ma per questo rimandiamo ai consigli pratici del nostro blog nel quale troverai molti spunti e suggerimenti su come rivisitare completamente la creazione e scrittura del tuo curriculum vitae e, soprattutto, le stragegie di invio della tua candidatura.

Il nostro obiettivo è proprio quello di dare qualche strumento in più ai candidati, aiutandoli ad accrescere la sicurezza in se stessi, stimolando la sensibilità e l’abilità di ognuno, affinché ogni candidatura sia realmente unica e di valore!

Una candidatura vincente!

Se ritieni che il tuo curriculum vitae non sia abbastanza performante oppure anche tu continui ad utilizzare (senza motivo) il curriculum formato europeo, tieni in considerazione la possibilità di richiedere il nostro servizio di revisione e riscrittura cv che in 24 ore ti consente di ripartire con un curriculum fiammante di cui finalmente non dovrai più vergognarti!

Buona fortuna per la tua ricerca del lavoro!

E SE TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO!

Leggi anche

 

Lascia un commento