Curriculum Creativo

Il curriculum creativo è il modello CV che fa per te? Ecco a chi si rivolge realmente il "CV creativo" e perché (in alcuni casi) è il miglior modello CV!

curriculum-design
0
Ti piace questo articolo? Premiaci con 5 stelle!
[Voti totali: 3 Media voto: 5 stelle]

Il curriculum creativo, quello che viene comunemente chiamato CV creativo o curriculum design, è il formato giusto per te?

Visto la crescente richiesta, approfondiamo l’argomento con alcune valutazioni sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista contenutistico.

Scopriamo tutti i vantaggi e gli svantaggi del CV creativo, a chi si rivolge e perché (in alcuni casi) è il miglior modello curriculum da adottare.

  • Breve annotazione: il curriculum creativo basa tutta la sua valenza sull’impatto visivo, vale dunque la pena lavorare al meglio anche e soprattutto sulla foto curriculum sia nella scelta sia nella conseguente ottimizzazione

Curriculum Creativo

Fino a qualche anno fa, il mantra era: “come scrivere un curriculum vitae per per trovare lavoro”.

Ed in molti hanno frainteso il concetto, pensando fosse cosa buona farcire il proprio CV di informazioni talvolta davvero superflue, arrivando a creare obbrobri lunghi 4 o 5 pagine.

Solo in pochi sono giunti alla conclusione che fosse necessario rendere il CV “vincente” anche da un punto di vista puramente estetico.

Un colpo d’occhio d’impatto, senza rinunciare all’aspetto contenutistico e finalmente lontano anni luce da standard imposti come il curriculum vitae formato europeo (Europass).

Leggi anche: Perché il curriculum europeo non piace alle aziende

D’altra parte sappiamo che anche il migliore curriculum vitae può essere scartato sulla base di una presentazione mal congegnata.

Dunque, al di là di cosa scrivere in un curriculum vitae e come scriverlo, oggi vogliamo puntare l’attenzione sul layout del CV creativo.

Questi nuovi formati cominciano ad avere una sempre maggiore diffusione, soprattutto all’estero ed in particolar modo in determinati ambiti professionali.

Abbiamo specificato “all’estero”, proprio perché ad oggi questo tipo di diffusione non ha ancora preso piede in Italia.

Anche noi, in tutta onestà, non abbiamo ancora avuto l’occasione di ritrovarcene qualcuno tra le mani per valutarlo concretamente.

Ma siamo certi che l’effetto “sorpresa” che un concept del genere porta con sè, certamente sarà degno di nota.

Aggiornamento 2019: dobbiamo constatare l’aumento dei CV Creativi sottoposti in analisi, quindi riteniamo che questo concept stia largamente prendendo piede soprattutto per le professioni più “moderne” e, appunto, “creative”.

Perché scegliere il curriculum creativo

Il nostro mercato vive di riflesso rispetto a quanto già accade nel mondo e sappiamo con quanta lentezza assimili e metabolizzi i cambiamenti.

Non siamo per nulla sorpresi del fatto che questo tipo di presentazione del proprio curriculum vitae, più visuale per intenderci, ancora stenti a diffondersi ma siamo certi che questa nuovo concept arriverà e prenderà piede anche da noi.

Dunque, meglio farsi trovare preparati o, addirittuta, essere precursori!

Se vogliamo puntare all’unicità, cerchiamo di sfruttare fin da subito e con efficacia questa nuova opportunità.

I formati di curriculum vitae di desgin, coniugano un aspetto estetico molto accattivante e largamente personalizzabile, con una gestione dell’aspetto contenutistico davvero impeccabile.

Si può riuscire ad ottenere, all’interno di un singolo foglio A4, un excursus completo della nostra carriera, lunga o piccola che sia.

CV creativo: è azzardato usarlo?

Vige sempre il buon senso, che deve guidare ognuno di noi nelle singole scelte.

Ergo, se l’azienda richiede espressamente un curriculum vitae in formato europeo, beh non c’è bel design che tenga… occorre inviare un curriculum vitae in formato europeo.

Detto questo, per come la vediamo noi, salvo diverse indicazioni o input da parte dell’azienda per la quale intendiamo candidarci, la risposta è no, non è azzardato!

Ancor più se la posizione per cui ci candidiamo riguardi un settore tecnico, creativo o, perché no, commerciale.

Tutti gli ambiti lavorativi dove un pizzico di creatività è ben vista, possono essere approcciati in maniera certamente più originale.

Quanto originale?

Dipende fondamentalmente da due aspetti:

  • La posizione aperta
  • Il profilo dell’azienda

Ambedue meritano attenzione e, di conseguenza, un pizzico di strategia.

Un annuncio di lavoro per un Graphic Design è un conto, un annuncio di lavoro per un sistemista informatico è un altro ed un annuncio per un agente di commercio è un altro ancora.

Ma, ancor più importante, dipende dall’azienda per la quale ci candidiamo.

Un’azienda storica, di alto profilo, con tradizioni radicate ed un importante background, potrebbe facilmente prediligere un formato consono al proprio status.

Quindi un approccio più low profile ed improntato sulla professionalità ed affidabilità potrebbe avere maggior peso rispetto al tasso di creatività, pur presente nel candidato.

In un’azienda tanto strutturata, ci si può aspettare una professionalità più matura in capo alla gestione delle risorse umane e, molto facilmente, la maturità “anagrafica” non si sposa appieno con i trend più giovanili, seppur accattivanti ed originali, come potrebbe essere un curriculum design.

In questo caso occorre avere cautela.

Al contrario, un’azienda giovane, una start up, una web company o una qualsiasi azienda di impronta moderna sia in termini di immagine sia di prodotti o servizi offerti, potrebbe invece avere grande attenzione verso il lato creativo, oltreché professionale, del potenziale candidato.

Ed in questo caso è fuor di dubbio che un curriculum in formato design possa davvero accendere la scintilla ed illuminare la luce negli occhi del reclutatore.

Come creare un Curriculum Creativo

Beh, questo è l’unico “contro” o, almeno, il più grande, per chi volesse affacciarsi ai nuovi formati di curriculum design.

Si, certamente occorrono delle competenze tecniche ma fortunatamente anche qui il web ci viene in soccorso.

Nel nostro servizio di Revisione e Riscrittura Curriculum, mettiamo a disposizione dei nostri utenti diversi template di Curriculum Design e CV Creativi.

Dalla stessa pagina puoi richiedere un preventivo sulla riscrittura o creazione di CV in formato grafico con i nostri template personalizzati.

Ci sono, inoltre, molte piattaforme che mettono a disposizione (a pagamento) dei template già pronti per essere scaricati e modificati con i più diffusi software di image editing o di grafica vettoriale. Intendiamo software come Adobe Illustrator, Photoshop, InDesign

Per chi fosse pratico solo ed esclusivamente di Word, l’offerta è meno ampia ma qualcosa si trova comunque.

In parole povere:

Si, il curriculum creativo è senza dubbio d’impatto!

Anzi, è davvero molto valido ma, ecco il vero e proprio “difetto”,  è consigliabile esclusivamente a pochi “eletti” sia per questioni tecnico pratiche sia per questioni di merito.

Se l’ambito lavorativo lo consente, via libera ai curriculum design.

E se sei in grado di lavorare con i programmi di grafica, beh tanto meglio.

Vorrà dire che avrai una risorsa in più rispetto a tanti concorrenti.

E’ il modo migliore per dimostrare di avere reali e concrete competenze, anche grafiche oltreché professionali.

Chi ha più frecce nella propria faretra, più ne scagli!

D’altra parte, un conto è dire di saper cucinare, un altro è presentarsi con un bel piatto fumante!

Leggi anche

 

Lascia un commento