Hobby, Interessi e passioni nel curriculum vitae

Sai che indicare hobby e interessi nel CV aiuta il selezionatore a conoscerti meglio? Hobby e interessi sono informazioni potenti, usale in modo efficace!

Hobby, interessi e passioni nel curriculum vitae
0
Ti piace questo articolo? Premiaci con 5 stelle!
[Voti totali: 4 Media voto: 5 stelle]

Hobbyinteressi nel curriculum vitae, si sa, non sono certo elementi fondamentali per farti assumere da un selezionatore.

Tuttavia, in un mondo pieno di omologazione, occorre riuscire in qualche modo a suscitare o stimolare la curiosità di un selezionatore!

In che modo ci si potrebbe riuscire?

Gli hobby, le passioni e gli interessi potrebbero diventare la strategia vincente per condurti ad un colloquio di lavoro!

Per alcune posizioni lavorative, infatti, determinati percorsi accademici o lavorativi sono quasi obbligatori.

E con questo intendiamo dire che tutti i curricula inviati per una determinata posizione, abbiano quasi tutti elementi in comune.

Come fare, dunque, per indurre il responsabile del recruiting a convocare proprio te per un colloquio conoscitivo?

Ecco come inserire hobby e passioni nel tuo CV

Partiamo dal presupposto base:

devi avere tutte le carte in regola in tema di formazione ed esperienza lavorativa per candidarti ad un’eventuale posizione aperta!

Sarebbe inutile riflettere su come potenziare il tuo CV quando il tuo background non è commisurato alle richieste dell’azienda.

Si tradurrebbe in una perdita di tempo.

Leggi anche: Perché invio il mio curriculum ma nessuno mi risponde

Dunque, ipotizzando di avere tutte le caratteristiche richieste, occorrerà fare qualcosa in più!

Diciamo, qualcosa di diverso dagli altri!

In parole povere, qualcosa in grado di far venire voglia ad un reclutatore di conoscerti.

Magari già a partire dalla lettera di presentazione.

Lo scopo è quello di far trapelare le tue attitudini e passioni e non solo.

Occorre farle risaltare in relazione alla posizione in merito alla quale ti stai candidando (fondamentale).

Ovviamente, sebbene l’obiettivo sia quello di incuriosire il nostro interlocutore, non esagerare con le stravaganze!

Evita dunque di inserire hobby od interessi non pertinenti.

Ossia troppo lontani o poco in linea, per genere o caratteristiche, dalla posizione che desideri ricoprire.

Un animalista assumerebbe un cacciatore?

Lo stesso vale per gli elementi che potrebbero farti apparire esageratamente eccentrico.

Hobby e interessi nel curriculum vitae

Gli interessi e gli hobby nel curriculum devono perseguire l’obiettivo di ingenerare nel selezionatore una sola convinzione:

quella che tu, per caratteristiche personali e attitudini, sia proprio la persona giusta per quel lavoro!

La persona più adatta a ricoprire quello specifico ruolo professionale richiesto dall’azienda.

Esempi di hobby e interessi nel curriculum

Facciamo un esempio pratico utilizzando un argomento largamente diffuso, lo “sport”:

  • Se la candidatura è per una posizione di leadership può essere proficuo indicare ruoli da capitano o da allenatore in sport di squadra
  • Anche la pratica di arti marziali può denotare un certo autocontrollo oltre ad evidenziare un carattere combattivo e pronto alle sfide

Pratichi sport di squadra? Oppure sport individuali?

Ambedue?

Ti piace andare a cavallo?

Oppure, perché no, fai paracadutismo o addirittura hai un brevetto di volo?

Gli interessi, gli hobby e le passioni che inserisci nel tuo curriculum vitae, contribuiscono a determinare il tuo profilo psicoattitudinale.

Lo sport praticato è un elemento molto indicativo del carattere della persona.

Se hai tempo, puoi eseguire un simpatico test della BBC (in inglese) per valutare “quale sport si addica alla tua personalità”, lo trovi qui.

Interessi e passioni sono armi potenti nel curriculum vitae

D’altro canto, invece, interessi quali l’amore per il teatro, la lettura, l’arte o la numismatica, sono particolarmente apprezzati in altri ambiti.

Un esempio sono quelle professioni più intellettuali o nelle quali siano richieste qualità in ambito artistico.

Anche l’amore per i viaggi così come la predilezione di mete particolari o la curiosità verso nuove culture.

Sono elementi che indicano una certa capacità di adattamento.

Ovviamente un’eventuale esperienza lavorativa all’estero, di qualsiasi tipo, è certamente un plus da riportare nel curriculum vitae.

Hobby e passioni nel curriculum

Non eccedere invece nell’elencazione di hobby e interessi nel curriculum.

Evita di indicare passatempi ed attività banali o non attinenti al campo nel quale stai presentando la tua candidatura.

Non vuoi certo dare l’impressione di una persona con molto, anzi troppo, tempo libero a disposizione? 🙂

L’immagine che devi trasmettere è quella di una persona valida e preparata.

Affidabile dal punto di vista lavorativo e senza dubbio interessante e piena di risorse dal punto di vista personale.

Ovviamente, vale il caso di sottolinearlo, non dovrai mai indicare nel curriculum interessi, hobby e passioni non rispondenti al vero.

Mai mentire, soprattutto nel curriculum

Una passione potrebbe incuriosire il selezionatore tanto da convocarti per un colloquio.

Ed è altrettanto vero che proprio quella passione potrebbe essere l’argomento principalmente affrontato per rompere il ghiaccio.

E qualora le indicazioni fornite nel curriculum non fossero rispondenti a verità?

Beh, questo emergerebbe con tale e devastante evidenza da farti perdere un’ottima occasione di lavoro.

Molto spesso, infatti, in occasione di un primo colloquio, saranno proprio gli hobby e gli interessi personali a dare spunti di conversazione.

Giunto all’intervista, pertanto, cosa potrebbe accadere?

  • verranno appurati gli elementi necessari e imprescindibili (quali formazione e precedenti esperienze)
  • il selezionatore potrebbe decidere di approfondire i tuoi interessi, hobby e passioni
Ad un esperto selezionatore basta un breve e mirato dialogo per intuire la tua personalità e mettere in luce le tue attitudini o lati deboli.

Quindi, la regola fondamentale è: non barare.

Conosci il detto…

A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio

(Oscar Wild)

Per sintetizzare quanto analizzato nell’articolo:

occorre inserire nel curriculum gli hobby, gli interessi e le passioni che possano coincidere con il profilo ricercato dall’azienda.

Cerca sempre di misurare le informazioni e di bilanciarle in funzione dello scopo finale, giungere ad un colloquio di lavoro!

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo!

Leggi anche

 

Lascia un commento