Personalizzare il Curriculum Vitae: 4 buoni motivi per farlo

Personalizzare il curriculum è l'unica strategia "certa" per rendere efficace un CV. Ecco 4 buoni motivi per personalizzare il tuo curriculum vitae oggi!

4-buoni-motivi-per-personalizzare-il-curriculum-vitae
0
Ti piace questo articolo? Premiaci con 5 stelle!
[Voti totali: 2 Media voto: 5 stelle]

Personalizzare il curriculum è uno degli aspetti “strategici” alla base di un CV realmente efficace.

Inviare il tuo curriculum “standard” indistintamente a centinai di aziende è una pessima scelta.

Anzi, è l’unica strategia che ti porta a risultato certo:

Un buco nell’acqua!

Personalizzare il curriculum è fondamentale

Anche tu sei a favore dell’“inviare il curriculum vitae indistintamente a più destinatari possibili”?

Ecco, stai pur certo che l’unico risultato che otterrai sarà quello di continuare ad applicare questa stessa strategia all’infinito.

Quindi, a meno che tu non sia interessato a fare SPAM con il tuo curriculum vitae, accantona immediatamente questa strategia.

Anche perché fare SPAM col curriculum vitae, per farla un po’ più grave, equivale a fare SPAM con il tuo potenziale futuro!

Punta a qualcosa di più oculato e mirato.

Leggi anche: Come si scrive un curriculum vitae

Quando si cerca un impiego, lo si fa identificando una o due aree operative, cercando di trovare opportunità mirate in quel determinato ambito settoriale.

Riuscire a personalizzare il proprio curriculum vitae come se si stesse parlando direttamente con l’interlocutore, aumenterà senza dubbio le possibilità di arrivare ad ottenere un colloquio.

► Quindi, personalizzare il proprio curriculum vitae, sempre!

Ecco quattro buoni motivi per farlo:

Motivo N.1: Personalizzare il curriculum, fa gioire il selezionatore

Hai idea di quante candidature inoltrate per posti di lavoro vacanti vengano tracciate ogni giorno?

Per farti un esempio concreto, noi, con un singolo portale di annunci di lavoro, veicoliamo alle aziende nostre clienti oltre 30.000 candidature l’anno.

Un bel numero, non trovi?

Ma oltre noi, devi considerare che ci sono tante altre aziende che si occupano di recruiting on line.

Per fare le cose per bene, dovrai quindi moltiplicare il numero indicato per X volte.

Solo così avrai un’idea abbastanza intuitiva di quello che è il panorama che ti circonda.

Ora ti invitiamo a soffermarti su uno degli aspetti più interessanti:

  • la pertinenza delle candidature

Sappi che la stragrande maggior parte delle candidature inviate dall’utente medio, è una candidatura generica.

Quasi sempre non pertinente con la posizione aperta.

Di conseguenza è quasi sempre destinata al cestino, che sia quello del Desktop del pc o quello fisico sotto la scrivania del selezionatore.

Vuoi fare centro?

Sorprendi favorevolmente il selezionatore con una candidatura pertinente e costruita ad hoc.

Motivo N.2: Un curriculum personalizzato per un impiego specifico

Ricordati sempre che il tuo interlocutore è il selezionatore.

Non è l’azienda.

Sarà una persona in carne ed ossa (dei software di recruiting ATS – Applicant Tracking System – parleremo un’altra volta :-)).

Immaginala, dunque davanti a te quando componi il tuo curriculum vitae.

Ipotizziamo che l’azienda a cui vuoi inviare la tua candidatura, giusto per fare un esempio, sia alla ricerca di un profilo idoneo nel settore delle vendite.

Molto facilmente, il selezionatore non sarà particolarmente impressionato ed emotivamente coinvolto nei tuoi successi come insegnante di ripetizioni estive ai liceali.

► Lo sarebbe, invece, se sapesse del tuo “giornalino scolastico”, all’interno del quale, per arrotondare, vendevi spazi pubblicitari!

Per carità, è solo un esempio!

Personalizzare il curriculum vuol dire adattarlo alla posizione per la quale ti stai candidando.

Tornando all’esempio di poco fa, fare l’insegnate di ripetizioni di matematica è certamente un elemento importante!

Anzi, queste sono informazioni certamente utili in un eventuale, successivo, processo di assunzione e potranno certamente emergere in fase di colloquio.

Ma le tue abilità più grandi, quelle in linea con il profilo ricercato, dovranno essere “vestite” ed “adattate” all’ambito lavorativo per il quale ti proponi.

Ad esempio, saper far di conto con rapidità e precisione, è una bella dote quando si vende, non trovi?

Adatta le tue caratteristiche alla posizione a cui aspiri.

Motivo N.3: Un curriculum personalizzato, parla la stessa lingua del selezionatore

Parlare lingue diverse è un bel problema quando si cerca di intavolare un discorso.

Ma, anche su questo, noi italiani abbiamo una marcia in più. La gestualità!

Si, peccato che questa nostra caratteristica non possa essere utilizzata per comporre un curriculum vitae.

Ogni ambiente ha un suo linguaggio, una terminologia propria ed una consuetudine, che fa si che “tra pari” ci si riconosca.

Basti prendere ad esempio il linguaggio tecnico di programmazione web… parlare di “DIV”, “TABLE”, “BODY” ha poco senso per molti ma per un programmatore è pane quotidiano.

Conformarsi, anche nel linguaggio adoperato nel curriculum vitae, a quello che sarà l’impiego per il quale ci stiamo candidando, è un metodo semplice quanto efficace!

Ti consente di dimostrare la tua piena ed immediata adeguatezza a ricoprire quel ruolo.

Leggi anche: Il curriculum vitae per trovare lavoro

Motivo N.4: Personalizzare il curriculum, evidenziando i punti di forza

Hai mai pensato di applicare ai contenuti del tuo curriculum vitae un ordinamento esperienziale anziché semplicemente cronologico?

Se sei abile e ritieni di avere capacità per svolgere il lavoro per il quale ti candidi, plasma il tuo curriculum vitae in modo tale da delineare tale aspetto.

Devi risultare, agli occhi del selezionatore, la via più facile da seguire.

Insomma, per intenderci, devi facilitargli la vita!

Te ne sarà grato!

Il tuo obiettivo, dunque, sarà quello di personalizzare il curriculum affinché emerga:

  • La tua piena consapevolezza del ruolo da ricoprire
  • E la conoscenza concreta delle relative mansioni e competenze

Tutto questo si traduce in un’ottimizzazione dei costi da parte dell’azienda committente.

Cosa assolutamente da non sottovalutare.

L’azienda, in questo modo, potrà contare sulla rapidità di inserimento del candidato in un organigramma già delineato.

Il tutto senza eccessivi costi di formazione.

Ed al riparo da rischi potenziali e mai preventivabili, di fallimento da parte del candidato, nello svolgimento delle mansioni assegnategli.

Utilizzare i consigli che hai letto, è il primo passo nell’ottimizzazione del tuo curriculum vitae.

Leggi anche: Hobby, interessi e passioni nel curriculum vitae

Ricordati che la maggior parte delle candidature ricevute dalle aziende non raggiungono neppure la seconda fase di screening.

Vengono inesorabilmente cestinate dopo una lettura sommaria.

Ricordati che un datore di lavoro ha tutto l’interesse ad assumere persone in gamba, volenterose e disposte a lavorare sul serio!

Hai queste caratteristiche?

Dimostralo nel tuo prossimo curriculum vitae!

Leggi anche

 

Lascia un commento